Aṅguttara Nikāya

Akammaniyavagga

1.21-30. Capitolo su una cosa intrattabile

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa più intrattabile, come la mente non coltivata. La mente non coltivata, realmente è intrattabile.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che sia più docile, come la mente coltivata. La mente coltivata, realmente è molto docile.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che conduca ad una gran perdita come la mente non coltivata. La mente non coltivata, realmente conduce ad un gran la perdita.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che conduca ad un gran beneficio come la mente coltivata. La mente coltivata, realmente conduce ad un gran beneficio.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che conduca ad una gran perdita come la mente non coltivata, non limpida. La mente non coltivata, realmente conduce ad una gran perdita.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che conduca ad un gran beneficio come la mente coltivata e limpida. La mente coltivata, realmente conduce ad un gran beneficio.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che conduca ad una gran perdita come la mente non coltivata, e non curata. La mente non coltivata, realmente conduce ad una gran perdita.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che conduca ad un gran beneficio come la mente coltivata, e curata. La mente coltivata, realmente conduce ad un gran beneficio.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che conduca ad una gran perdita, all’afflizione ed all’angoscia come la mente non coltivata. La mente non coltivata, realmente conduce ad una gran perdita.

“Monaci, non conosco nessuna altra cosa che conduca ad un gran beneficio e felicità come la mente coltivata, e curata. La mente coltivata, realmente conduce ad un gran beneficio.