Itivuttaka

La Sezione Dei Singoli

20.

Questo è stato detto dal Beato, è stato detto dall’Arahant, e così ho sentito: “Vi è il caso dove una certa persona sia corrotta mentalmente. Avendo riconosciuto quella mente con la[mia] consapevolezza, io percepisco, ‘Se questa persona dovesse morire in questo momento, se fosse portata via, in questo caso sarebbe riposta all’inferno.’ Perché? Perché la sua mente è corrotta. A causa dell’inclinazione alla corruzione mentale che vi sono casi dove gli esseri viventi—alla dissoluzione del corpo, dopo la morte—rinascono in una condizione di privazione, in un infelice destino, nei reami più profondi, all’inferno.”

Conoscendo il caso
di una persona con una mente corrotta,
il Risvegliato ha spiegato il significato
alla presenza dei monaci.
Se quella persona
dovesse morire in questo momento,
rinascerebbe all’inferno
perché la sua mente è corrotta—
come è stata portata via
così là sarà riposta.
E’ a causa della mente malata
che gli esseri viventi vanno
verso un infelice destino.