Itivuttaka

La Sezione Dei Singoli

24.

Questo è stato detto dal Beato, è stato detto dall’Arahant, e così ho sentito: “Se una sola persona dovesse errare e trasmigrare per un eone, lascerebbe dietro di sé un cumulo di ossa, un mucchio di ossa, una catasta di ossa, alta come il Monte Vepulla, se fossero raccolti da qualcuno e questa raccolta non fosse distrutta.”

L’insieme
delle ossa di una sola persona
durante un eone
formerebbe una catasta
alta come una montagna,
così ha detto il Grande Veggente.
(Egli ha affermato che questa sarebbe
alta come il grande Monte Vepulla
al nord del Picco dell’Avvoltoio
nel territorio montagnoso
dei Magadha.)
Ma quando quella persona vede
Attraverso la retta saggezza
Le Quattro Nobili Verità—
sofferenza,
l’origine della sofferenza,
il superamento della sofferenza,
e il Nobile Ottuplice Sentiero,
la via che conduce al placarsi delle sofferenze—
dopo aver errato
per non più di sette volte, allora,
con la distruzione di ogni legame,
pone fine
alla sofferenza.