Itivuttaka

La Sezione Delle Coppie

41.

Questo è stato detto dal Beato, è stato detto dall’Arahant, e così ho sentito: “Quegli esseri che sono realmente privi della nobile conoscenza, vivono la loro esistenza nella sofferenza—inquieti, afflitti, e tormentati—e alla dissoluzione del corpo, dopo la morte, una cattiva destinazione li attende.

“Quegli esseri che non sono privi della nobile conoscenza, vivono la loro esistenza nella gioia—tranquilli, calmi, imperturbati—e alla dissoluzione del corpo, dopo la morte, una felice destinazione li attende.

Osserva il mondo
—con i suoi esseri celesti:
privo di conoscenza,
fondato sul ‘nome-e-forma’,
e crede che ‘Questa è la verità.’
La migliore conoscenza a questo mondo
è ciò che conduce
alla visione profonda,
da essa si conosce perfettamente
la completa distruzione della nascita e del divenire.
Esseri umani e esseri celesti
prediligono:
coloro che sono risvegliati,
consapevoli,
vestiti del loro ultimo corpo
con la gioiosa conoscenza.