Itivuttaka

La Sezione Delle Coppie

46.

Questo è stato detto dal Beato, è stato detto dall’Arahant, e così ho sentito: “Monaci, vivete esercitandovi [nella virtù, nella presenza mentale, e nella saggezza più alta], con la conoscenza più alta, con l’essenza della liberazione, governati dalla consapevolezza. Vivendo esercitandovi con la conoscenza più alta, con l’essenza della liberazione, governati dalla consapevolezza., allora vi tocca uno di questi frutti: la perfetta conoscenza in questa vita, o—se ci fosse ancora un residuo di brama—il non ritorno.”

Completo nella disciplina della pratica,
non soggetto a fallire,
uno con la conoscenza
più alta,
vedendo la cessazione, la distruzione della nascita:
il saggio
porta il suo ultimo corpo,
sconfigge Mara, io vi dico,
superando la vecchiaia.
Così, sempre
provando gioia nei jhana,
concentrato,
ardente,
vedendo la cessazione, la distruzione della nascita,
vincendo Mara, e la sua schiera,
monaci,
va al di là della nascita e della morte.