Itivuttaka

La Sezione Delle Triadi

69.

Questo è stato detto dal Beato, è stato detto dall’Arahant, e così ho sentito: “Chiunque—monaco o monaca—non abbia abbandonato il desiderio bramoso, l’avversione, l’ignoranza, è chiamato colui che non ha attraversato l’oceano con i suoi flutti, i suoi frangenti, i suoi vortici, i suoi mostri e i suoi demoni. Chiunque—monaco o monaca—abbia abbandonato il desiderio bramoso, l’avversione, l’ignoranza, è chiamato colui che ha attraversato l’oceano con i suoi flutti, i suoi frangenti, i suoi vortici, i suoi mostri e i suoi demoni . Avendo attraversato, avendo raggiunto l’ultima spiaggia, se sta in piedi sulla parte più alta, un bramano.”

Colui che ha distrutto
il desiderio bramoso, l’avversione e l’ignoranza,
ha attraversato questo oceano
con i suoi squali,
i suoi demoni,
con i suoi pericolosi flutti,
così difficili da superare.
Libero da ogni attaccamento
—da ogni legame,
lasciato la morte—
ha abbandonato la sofferenza
e le future nascite.
Avendo ottenuto la meta
non può essere definito,
ha superato in astuzia, io vi dico,
il Re della Morte.