Itivuttaka

La Sezione Delle Triadi

71.

Questo è stato detto dal Beato, è stato detto dall’Arahant, e così ho sentito: “Ho visto esseri che—con buona condotta fisica, verbale, e mentale; non ingiuriano i nobili, hanno rette visioni e compiono atti sotto l’influenza di queste rette visioni—alla dissoluzione del corpo, dopo la morte, rinasceranno nei mondi celesti, in una felice destinazione, nei reami paradisiaci. Senza averlo ascoltato da altri asceti e bramani che vi dico che ho visto esseri che—con buona condotta fisica, verbale, e mentale; non ingiuriano i nobili, hanno rette visioni e compiono atti sotto l’influenza di queste rette visioni—alla dissoluzione del corpo, dopo la morte, rinasceranno nei mondi celesti, in una felice destinazione, nei reami paradisiaci. Dopo averlo conosciuto, visto e contemplato personalmente che vi dico che ho visto esseri che—con buona condotta fisica, verbale, e mentale; non ingiuriano i nobili, hanno rette visioni e compiono atti sotto l’influenza di queste rette visioni—alla dissoluzione del corpo, dopo la morte, rinasceranno nei mondi celesti, in una felice destinazione, nei reami paradisiaci.”

Con la mente rettamente diretta,
pronunciando rette parole,
compiendo rette azioni con il corpo:
una persona
di poco sapere,
che compie atti meritori
in questa breve vita,
alla dissoluzione del corpo,
saggio,
rinascerà in paradiso.