Itivuttaka

La Sezione Delle Triadi

79.

Questo è stato detto dal Beato, è stato detto dall’Arahant, e così ho sentito: “Queste tre cose conducono un monaco al fallimento della sua pratica. Quali tre? In questo caso un monaco gioisce delle sua varie attività, (Vari tipi di attività quotidiane, sia personali sia comunitarie, tipo aggiustare le vesti, ecc.) gode delle attività, prova diletto in queste attività. Gli piace chiaccherare, gioisce nel chiaccherare, prova diletto nelle chiacchiere inutili. Gli piace dormire, gioisce nel dormire, prova diletto nel dormire. Queste sono le tre cose che conducono un monaco al fallimento della sua pratica .

“Queste tre cose non conducono un monaco al fallimento della sua pratica. Quali tre? In questo caso un monaco non gioisce delle sua varie attività, non gode delle attività, non prova diletto in queste attività. Non gli piace chiaccherare, non gioisce nel chiaccherare, non prova diletto nelle chiacchiere inutili. Non gli piace dormire, non gioisce nel dormire, non prova diletto nel dormire. Queste sono le tre cose che non conducono un monaco al fallimento della sua pratica.”

Godendo delle attività,
provando diletto nelle chiacchiere inutili,
provando piacere nel dormire,
e agitato:
è incapace
—un monaco così—
di ottenere
il risveglio.
Allora dovrebbe essere una persona con pochi doveri,
tranquillo.
Così sarà capace
—un monaco così—
di ottenere il supremo
risveglio.