Itivuttaka

La Sezione Delle Triadi

82.

Questo è stato detto dal Beato, è stato detto dall’Arahant, e così ho sentito: “Questi tre suoni divini echeggiano fra i deva in determinate occasioni. Quali tre? Quando un nobile discepolo, tagliando i suoi capelli e la sua barba, indossando la veste ocra, decide di abbandonare la vita di famiglia per la vita santa, in quell’occasione il suono divino echeggia fra i deva: ‘Questo nobile discepolo ha deciso di combattere Mara.’ Questo è il primo suono divino che echeggia fra i deva in determinate occasioni.

Quando un nobile discepolo dedica la sua vita allo sviluppo delle qualità che conducono al Risveglio, (I quattro fondamenti della presenza mentale, i quattro retti sforzi, le quattro basi dei poteri sovrumani, le cinque facoltà, i cinque poteri, i sette fattori del Risveglio, e il nobile ottuplice sentiero.) in quell’occasione il suono divino echeggia fra i deva: ‘Questo nobile discepolo sta combattendo Mara.’ Questo è il secondo suono divino che echeggia fra i deva in determinate occasioni.

Quando un nobile discepolo, attraverso la distruzione degli influssi impuri dimora nella libera presenza mentale e nella libera saggezza, avendole conosciuto e realizzate perfettamente già durante la sua vita, in quell’occasione il suono divino echeggia fra i deva: ‘Questo nobile discepolo ha vinto la battaglia contro Mara e ne esce vittorioso.’ Questo è il secondo suono divino che echeggia fra i deva in determinate occasioni.

“Questi sono i tre suoni divini che echeggiano fra i deva in determinate occasioni.”

Vedendo che ha vinto la battaglia
—il discepolo
del Perfettamente Risvegliato—
anche i deva rendono omaggio
a costui che è grande, completamente saggio.
“Omaggio a te, O distinto uomo—
che hai ottenuto una difficile vittoria,
sconfiggendo l’esercito della Morte,
privo di osatcoli
nella liberazione.”
Così gli rendono omaggio, i deva,
a colui che ha ottenuto la cara meta,
perché vedono in lui nessun mezzo
che lo porterebbe sotto il dominio della Morte.