Saṃyutta Nikāya

Hiri Sutta

1.18. Il senso di vergogna/Coscienza

Il deva dice:

“C’è in questo mondo qualcuno che, a causa del senso di vergogna, si trattiene dal far male anche prima di essere biasimato, come chi non ha bisogno di frustare un buono cavallo?”

Il Buddha rispose:

“Ce ne sono pochi che si comportano sempre con attenzione, che si trattengono dal far male per il senso di vergogna e avendo messo fine alla sofferenza (dukkha ), si comportano con serenità in un mondo turbolento.”