Saṃyutta Nikāya

Enijangha Sutta

1.30. Come un’antilope

“Possiede gli arti di un’antilope, magro ed eroico,
consuma poco cibo, indulgente,
ruggisce come un leone, solitario come un elefante privo di desideri,
a costui, una volta avvicinato, chiediamo come possiamo porre fine alla sofferenza.”

“Nel mondo vi sono cinque basi dei sensi e la mente è la sesta.
Abbandonatele e sarete liberi dalla sofferenza.”