Saṃyutta Nikāya

Dhata Sutta

3.16. La figlia

1. A Savatthi.

2. Il re Pasenadi del Kosala si recò dal Beato e dopo averlo salutato con rispetto si sedette ad un lato.

3. Poi una certa persona si avvicinò al re Pasenadi del Kosala e gli sussurrò che la regina Malika aveva dato alla luce una figlia.

4. Nel sentire quelle parole il re Pasenadi del Kosala ne rimase dispiaciuto.

5. Il Beato conoscendo la ragione di quel dispiacere del re Pasenadi del Kosala recitò questa stanza:

“Anche se una donna sarebbe nobile allevata dal re,
sarebbe saggia, virtuosa e degna, amata dal marito e dalla suocera.
I suoi figli saranno eroi e capi valorosi,
il figlio di una tale degna moglie sarà consigliere di re.