Saṃyutta Nikāya

Abhisanda Sutta

55.32. Ricchezze (2)

“Monaci, ci sono queste quattro ricchezze portatrici di meriti, di abilità, di nutrimento per la beatitudine. Quali quattro?

“Quando il discepolo dei nobili è dotato di vera fiducia nel Risvegliato: ‘Così, in verità, è il Benedetto, perfettamente e pienamente svegliato, provvisto della conoscenza e della virtù, il ben andato, conoscitore di mondi, incomparabile guida degli uomini che hanno bisogno di essere istruiti, maestro di dèi ed uomini, illuminato e beato.’ Questa è la prima ricchezza portatrice di meriti, di abilità, di nutrimento per la beatitudine.

“Inoltre, il discepolo dei nobili è dotato di vera fiducia nel Dhamma.: ‘Il Dhamma è ben proclamato dal Beato, visibile Qui ed Ora, senza tempo, invita alla ricerca, inerente e direttamente sperimentabile dal saggio.’ Questa è la seconda ricchezza portatrice di meriti, di abilità, di nutrimento per la beatitudine.

Inoltre, il discepolo dei nobili è dotato di vera fiducia nel Sangha: ‘Il Sangha dei discepoli del Beato che hanno ben praticato…che hanno rettamente praticato…che hanno praticato metodicamente…che hanno imperiosamente praticato—in altre parole, le quattro coppie di discepoli e le otto classi di individui; essi sono i discepoli del Beato; degni di dono, degni di ospitalità, degni di offerte, degni di reverenza, incomparabile terreno di merito per il mondo.’

Questa è la terza ricchezza portatrice di meriti, di abilità, di nutrimento per la beatitudine.

“Inoltre, il discepolo dei nobili vive a casa con presenza mentale senza avarizia, liberamente generoso, misericordioso, magnanimo, gentile, donando offerte.’ Questa è la quarta ricchezza portatrice di meriti, di abilità, di nutrimento per la beatitudine.

Queste sono le quattro ricchezze portatrici di meriti, di abilità, di nutrimento per la beatitudine.